Le Madri Generali II - Suore al Montecalvario Roma

Suore al Montecalvario Roma Sito Ecommerce, Gestione Multidominio, Gestione Multisito

Anche I Giovani Faticano E Si Stancano, Gli Adulti Inciampano E Cadono; Ma Quanti Sperano Nel Signore Riacquistano Forza, Mettono Le Ali Come Aquile, Corrono Senza Affannarsi, Camminano Senza Stancarsi.

(Is. 40,30,31)

Le Madri Generali II:

 

Madre Maria Caterina Micara (1815-1882)

suorealmontecalvarioDalla vicina cittadina di Frascati, dov'era nata, venne a Roma per dedicarsi al servizio di Dio tra le Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario. Giovane di bell'aspetto, saggia, mite e gentile lavorava e pregava con slancio generoso. Riconosciute le sue doti, i Superiori la impegnarono nelle varie attività delle Case locali di allora, all'Ospizio delle Terme e all'Istituto delle sordomute, che diresse successivamente con cuore di Madre. Fu elevata alla carica di Superiora Generale nel 1877 e con un solo triennio lasciò il ricordo della sua bontà, rettitudine, spirito di raccolglimento ed osservanza dellle Regole. Chiuse con la morte l'importante carica il 25 febbraio del 1882.


Madre Maria Margherita Filbeck (1857-1917)

Chi ha conosciuto questa ottima Madre, chi ha avuto la fortuna di avvicinarla per tanto tempo, non ha esitato a dichiararla santa. Dovette lottare e soffrire per entrare nell'Istituto e, quando suorealmontecalvario finalmente vi riuscì, si sentì ebbra di gioia. Anima eletta, favorita da Dio di straordinarie grazie, riusciva bene in ogni cosa. Passò parecchi anni tra le più svariate ed umili faccende domestiche, divenne esperta insegnante delle piccole sordomute, coadiuvò la Maestra delle novizie nel suo delicato ufficio e fu nominata, successivamente, Superiora a Viterbo. L'Amministrazione di quest'Istituto ne riconobbe la rara abilità direttiva dimostrandole stima e gratitudine e offrendole una pergamena quando, eletta Superiora Generale, lasciò l'ufficio.


Madre Maria Concetta Brini (1871-1963)

suorealmontecalvarioEntrata nella Congregazione a diciassette anni, fu inviata ad Aspra (RI) come maestra d'asilo e successivamente chiamata ad esercitare l'ufficio di Maetra delle Novizie presso la Casa Madre. Nel 1903, venne eletta Vicaria e le fu affidato il governo della Congregazione dopo la morte di Madre Maria Margherita Filbeck, il 16 dicembre del 1917.

Non furono anni facili se si pensa che esercitò il suo incarico durante il periodo della guerra e del dopoguerra, ma in circostanze difficili e delicate manifestò le doti di cui il Signore l'aveva arricchita. Furono anni importanti per la Congregazione: durante il suo governo (nel 1919) venne acquistato il villino in Via Emanuele Filiberto, tuttora sede della Casa Generalizia, e alcune suore partirono per la prima volta per il Brasile (nel 1928). La Madre Brini le accompagnò fino a Genova e pregò con loro sulla tomba della Fondatrice prima della loro partenza. Nel 1938, a coronamento dei 21 anni di Superiorato, si festeggiò solennemente il suo cinquantesimo di vita religiosa. Per l'occasione la Chiesa fu arricchita di affreschi e dotata di un magnifico organo.


Madre Maria Agnese Leoni (1882-1965)

Nata da una famiglia religiosa, entrò in San Norberto nell'ottobre del 1911, dopo la dolorosa perdita del fratello sacerdote. Fu inviata subito presso l'Istituto educativo "De Pino" di Maratea, dove lavorò per 14 anni in qualità di Direttrice. Furono anni di vita intensa e generose realizzazioni, ai quali la Madre ritornava spesso con commozione e nostalgia. Sorse per suo desiderio l'Istituto assistensiale "S. Cuore", sempre a Maratea. Venne eletta Vicaria nel 1926 e suorealmontecalvarioSuperiora Generale nel 1938. Si preparava un altro viaggio in Brasile quando scoppiò la seconda guerra mondiale.

Grande fu la sofferernza della Madre in questo periodo, specialmente quando venne a mancare ogni mezzo di comunicazione. Terminata la guerra, iniziò a far visita nelle varie case. Ovunque trovò miseria e distruzione, ma il suo cuore non disperò, come quando a Velletri, in mezzo a tanto squallore, le apparve un geranio fiorito ed elle scrisse:"Quel fiore rimasto vivo, malgrado l'onda della morte passata sulla casa, è per me un simbolo. Se la speranza viene in qualche momento ad affievolirsi, l'amore rimane, la carità trionfa". E ancora: " L'amore che è carità si solleva su tutte le miserie umane e le addolcisce". Il 6 giugno del 1946 partì per il Brasile e poté finalmente riabbracciare le sue figlie d'oltremare. Lungo sarebbe l'elenco delle opere da lei ideate e realizzate nei 22 anni in cui guidò la Congregazione, basta ricordare la Casa di Riposo, l'Ospedale "Cristo Re", l'Istituto per i sordomuti in Brasile. La Madre Maria Agnese Leoni era una di quelle persone che, una volta conosciute, amate, non si dimenticano.


Madre Maria Rosina Ciaponi (1902-1995)

Madre Maria Rosina Ciaponi entrò nella Congregazione a 19 anni e subito diede prova di equilibrio e maturità, tanto che i Superiori le affidarono compiti delicati. Lavorò, infatti, nella Clinica di Pavia e nell'Istituto "De Pino" di Maratea, dove, suorealmontecalvariocome Direttrice, diede prova di straordinario senso di responsabilità nella formazione delle giovani alunne e, ancor più, nella guida della comunità che edificava con il suo esempio, il suo spirito di sacrificio, la sua preghiera. Nel 1937 venne inviata come Delegata in Brasile, dove per 10 anni lavorò indefessamente per realizzare in quelle terre opere che sfidano i tempi. Nel 1984, essendo stata eletta Vicaria Generale, fu obbligata a lasciare il Brasile.

Nel 1960 venne eletta Superiora Generale e durante il suo governo diede un notevole impulso alla Congregazione, realizzando importanti opere come: la "Casa per Cieche Adulte", il "Collegio Santa Rosa" in Brasilia, la"Casa degli Esercizi" di Fiuggi. Visitò periodicamente le comunità dell'Italia, del Brasile e di Gerusalemme per portare la parola materna, amica e confortatrice alle consorelle. Nel 1972 finiva il suo mandato, ma non finiva il suo grande amore per la Congregazione che continuò a servire fedelmente come Rappresentante Legale. La Madre Maria Rosina Ciaponi chiuse il suo pellegrinaggio terreno il 30 aprile del 1995, dopo aver condiviso con le consorelle anziane e malate di "Casa di Riposo" le gioie e le sofferenze degli ultimi anni, lasciandoci un ricco e prezioso patrimonio spirituale.
Software Gestionale per Suore al Montecalvario Roma by Targnet.it v. b6.01 time: 0.31 size: 38257 visits: 114994